Dove ti vorresti allenare col tuo Personal Trainer

Che tipo di attività fisica è indicata per i tuoi figli?

Che tipo di attività fisica è indicata per i tuoi figli?

Si prenderanno cura di noi se li faremo crescere in salute, ma se li rendiamo già da piccoli obesi, sedentari, incapaci e li predisponiamo all’insorgenza di malattie metaboliche dovremo prenderci cura di loro per sempre.

Quando guardi tuo figlio dopo una giornata intera seduto a studiare, seduto davanti la tv, seduto davanti al tablet, quando lo guardi ed è spento, non ha idee e non sa come giocare con la fantasia sappi che non è lui che non si sa divertire, sei tu che non lo sai aiutare!

Quando lo guardi così, immaginalo già adulto…. Un albero forte è un albero che ha delle radici profonde.

 

La sedentarietà e l’obesità sono un problema molto diffuso tra i bambini della nostra società, Circa il 4% di tutti i bambini d’Italia è affetto da obesità e il 25-50% di questi mantiene l’eccesso ponderale anche in età adulta, sviluppando precoci situazioni patologiche. Dati in aumento purtroppo.
E’ ormai comprovato che l’esercizio fisico può risolvere buona parte di questi problemi. Purtroppo, non sempre il movimento che viene proposto durante l’età pediatrica rispetta i canoni di maturazione psico-fisiologici. Per molto tempo, infatti, i bambini sono stati considerati come degli adulti in formato ristretto.
Le loro caratteristiche fisiche, invece, sono diverse da quelle dei loro genitori ed è bene, quindi, analizzare i requisiti fisiologici prima di avvicinarli ad una particolare disciplina sportiva o ad un programma di esercizio fisico.

 

E’ importantissimo per i bambini in età scolare fare tantissimo movimento, sempre diverso e fatto correttamente. In particolare sviluppando tutte le capacità motorie che si dividono in:

 

CAPACITà COORDINATIVE: legate al sistema nervoso, che sviluppano la capacità di attenzione, l’autocontrollo, la riduzione dell’anisa.

Esse si dividono in:

  • Generali:
    • Apprendimento
    • Controllo
    • Trasformazione

 

  • Speciali:
    • Accoppiamento – Differenziazione
    • Equilibrio
    • Orientamento
    • Ritmo
    • Reazione
    • Adattamento
    • Equilibrio

 

CAPACITà CONDIZIONALI: legate ai grandi apparati (cardiaco – respiratorio – muscolare) che sviluppano:

  • la forza
  • la velocità
  • la resistenza

 

 

La realtà scientifica sembra inoltre suggerire, come l’attività fisica di tipo aerobico sia quella maggiormente idonea all’attività fisica dei bambini pre-pubere.
Non esistono esercitazioni specifiche da segnalare, piuttosto è fondamentale proporre esercizi e giochi che stimolino, oltre all’apprendimento, i giusti substrati energetici, tenendo sempre presente le peculiarità anatomo-fisiologiche dei bambini. Una volta che il tecnico avrà preso coscienza di queste caratteristiche, dovrà provvedere a creare una base motoria ricca e di qualità, che favorisca apprendimenti tecnici complessi e il più variegati possibile (sottoforma di multidisciplinarietà) per stimolare un’ottimale strutturazione degli schemi motori.
E’ quindi inutile cercare precoci specializzazioni in età pediatrica, soprattutto quando l’evidenza scientifica ci informa che fino ai 12-13 anni le capacità di amministrare attività intense e gesti motori complessi sono decisamente limitate.

 

Noi ci prendiamo cura così dei ragazzi che alleniamo!

 

A presto,

Condividi
Scritto da Stefano / 129 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

""