Dove ti vorresti allenare col tuo Personal Trainer

Come prevenire e combattere l’OSTEOPOROSI nella terza età e nella menopausa.

Come prevenire e combattere l’OSTEOPOROSI nella terza età e nella menopausa.

 

Sicuramente ti sarà capitato di avere in famiglia una persona anziana che per una piccola caduta o per aver sbattuto contro un ostacolo si sia fratturata un osso. Se non tu stesso che stai leggendo sicuramente avrai in famiglia una persona che ha l’osteoporosi.

 L’osteoporosi è una malattia caratterizzata da una diminuzione della componente proteica e minerale dell’osso, con conseguente alterazione della microstruttura dello scheletro; ciò che ne consegue è la predisposizione alle fratture, soprattutto dell’anca, della colonna vertebrale e del polso. In parole povere, rende l’osso fragile.

Nel corso della vita l’osso è un tessuto vivo e complesso che continuamente viene riassorbito e riparato allo scopo di rendere le ossa più idonee alle esigenze funzionali della quotidianità. Tale processo è denominato “rimodellamento osseo”.

E’ durante la fase senile che tale processo viene a mancare: aumenta il fenomeno dell’erosione ossea a discapito di compattezza e solidità dell’osso.

I SOGGETTI A RISCHIO

Esistono fattori di rischio capaci di predisporre in modo particolare all’osteoporosi:

  • ETA AVANZATA
  • SEDENTARIETÀ’.
  • STILE DI VITA SCORRETTO
  • STRUTTURA FISICA;
  • SCARSO APPORTO ALIMENTARE DI CALCIO;
  • FAMILIARITÀ’;
  • MENOPAUSA;

Occorre quindi prendere alcune precauzioni per evitare o minimizzare il rischio, prima tra tutti una visita periodica dal medico, per i controlli diagnostici, mentre per quanto riguarda le abitudini quotidiane, è necessario adottare una alimentazione equilibrata e praticare regolarmente attività fisica.

Qui ti mostro alcuni semplici  esercizi che aiuteranno chi li pratica a rinforzare la muscolatura e le ossa per poter essere sempre più autonomi anche durante la vecchiaia e vincere la paura del movimento che spesso blocca i soggetti anziani. Sono esercizi pensati per poterli fare anche a casa, certi che in palestra con l’aiuto di semplici sovraccarichi si possano ottenere risultati ancora più potenti.

OSTEOPOROSI E PALESTRA

Solo un corretto Esercizio Fisico Strutturato può preservare davvero la massa ossea. A qualsiasi età i suoi effetti saranno sempre positivi.

Gli effetti positivi sull’osso si vedono solo se viene aumentato progressivamente il carico, senza mai esagerare e fornendo al tessuto osseo una stimolazione moderata e prolungata nel tempo. Vi è quindi una grande attenzione a tutto ciò che migliora o previene l’osteoporosi, la quale è influenzata dagli ormoni, dall’alimentazione e dall’attività fisica o, meglio, dal carico specifico sulle ossa. Tale carico si ottiene facilmente con un allenamento con i pesi ed è stato studiato, oltre che largamente usato, come metodologia per prevenire appunto, o migliorare , la densità ossea.

Uno studio della Università di Los Angeles ha confermato che la densità ossea dell’anca e della colonna vertebrale, dopo un programma di allenamento di 24 settimane con i pesi aumentava dal 2,7 al 7,7% .

CONCLUSIONI

E’ importante sapere che le ossa sottoposte a stress mirati diventano più spesse e più forti, mentre quelle sottoposte a scarsi stimoli divengono sottili e fragili.

 L’Esercizio Fisico  è quell’elemento in grado di creare stress positivo alle ossa, in particolar modo quello con i pesi.

 

Scrivici ora per una consulenza ed un allenamento senza impegno nella newsletter che vedi in questa pagina o vai nella sezione CONTATTI.

A presto,

Personal training home

Condividi
Scritto da Stefano / 318 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

""