Dove ti vorresti allenare col tuo Personal Trainer

Come allenare i GLUTEI per renderli tonici con un’azione ANTICELLULITE, con questi esercizi mirati ed i nostri consigli sull’ALIMENTAZIONE!

Parliamoci chiaro… se vedessi queste due figure, quali glutei vorresti avere?….

Non hai bisogno neanche di pensarci secondo me, ora tu magari ti trovi nello stadio ancora prima in cui anche i glutei dell’altra non ti dispiacerebbero, ma perché accontentarsi. Una volta che ti metti in gioco, punta in alto.

Certo per avere i glutei così non puoi pensare di prendere la “pastiglia brucia grassi” o la “Calza che stringe ed elimina il grasso”. Per averli così ci vuole determinazione e costanza.

Già sento l’obiezione… “si ma io non ho tempo per la palestra… si ma io ho già due figli… si ma io ormai, mi dovrei allenare una vita”…. Se vuoi sentirti a tuo agio anche dopo la gravidanza, se vuoi sentirti più sicura al mare, se vuoi ri-piacerti e non dover comprare i vestiti larghi per nascondere le curve, l’unica soluzione che hai davanti è MUOVERTI! Iniziando ORA a prenderti cura di te.

Non ti  devi allenare a livello olimpico e neanche pensare che con una super dieta a zona e con un’ora di camminata veloce o di ellittica o qualsiasi cardio tu voglia risolleverai i tuoi glutei.

Di certo la buona notizia è che con un ALLENAMENTO MIRATO, abbinato con una alimentazione corretta, avrai intrapreso la strada giusta (che non vuol dire corta).
Eccoti come fare:

  1. ESERCIZI SPECIFICI: 
    Eccoti alcuni esercizi mirati per tonificare i tuoi glutei. Li ho scelti in modo da poterti dare l’opportunità di farli ovunque tu voglia.

Ci sarà anche una descrizione per farteli fare in maniera totalmente sicura ed efficace.

Puoi fare un circuito di 20 ripetizioni senza pause. Poi 30” di recupero e riparti col secondo circuito.

 

  • SQUAT MANI IN SU: 

Esercizio che aumenta il metabolismo e fa lavorare glutei e cosce. Per farlo correttamente: Gambe a larghezza spalle. Schiena sempre dritta. Braccia tese in alto e portate indietro, così fai lavorare anche un po’  le spalle. Parti in posizione seduta e poi spingendo sui talloni sali su e stringi forte i glutei.

  • PONTE GLUTEI ONE LEG:

Serve per tonificare in maniera specifica gluteo e coscia posteriore. Per farlo bene: schiena a terra e mani lungo i fianchi. Spingi col tallone e porta il bacino verso l’alto mentre contrai il gluteo in modo attivo.  Rimani 3 secondi e riscendi lentamente. Più srotoli la schiena scendendo, più sentirai lavorare il gluteo.

  • ESTENSIONI GAMBA TESA:

Appoggiati a terra con le ginocchia e con i gomiti. Estendere la gamba tesa col piede a martello. Immagina di toccare il muro col tallone. Solleva la gamba il più possibile, la discesa è lentissima.

 

  • ALZATA LATERALE CON GAMBA LATERALE:

Sdraiati a terra sul fianco. Porta la gamba a 45° rispetto al tuo corpo. La gamba è tesa e il piede a martello. Ora alza la gamba da terra sentendo lavorare il gluteo lateralmente e l’esterno coscia. Controlla il movimento e tieni comunque sempre l’addominale contratto per stabilizzare la colonna. Continua a far scendere e risalire la gamba per la durata dell’ esercizio.

Puoi vedere tutto in  questo video: 

 

  1. STRETCHING:

La flessibilità è una componente dell’allenamento veramente importante. Spesso però viene tralasciata e ridotta a quei pochi secondi finali, perdendone così il suo effetto positivo.

Ora voglio spiegarti perché avere una buona mobilità è importante per te:

–      Serve per drenare il ristagno dei liquidi linfatici e venosi, soprattutto su caviglie, cosce e glutei. Quindi aiuta a ridurre ritenzione idrica e cellulite.

–      Distende la muscolatura a fine allenamento riportandola ai livelli di lunghezza ottimale. Ottimizza la velocità del tuo recupero.

–      Aiuta a rilassarsi, se la muscolatura si rilassa, si rilassa anche la mente e ti fa percepire il benessere.
–      Aiuta a mantenere un postura corretta perché vai a togliere la morsa della muscolatura sulle articolazioni.

In questo modo dai armonia al tuo corpo togli le tensioni sulla bassa schiena e liberi il bacino.

Lo stretching andrebbe fatto sempre, tutti i giorni, dovrebbe essere un abitudine come lavarsi i denti perché le posture che assumi tutto il giorno tendono alla chiusura. Siamo sempre protesi in avanti e chiusi e più sei tesa muscolarmente, più ne risente anche il tuo umore.

Gli esercizi migliori per fare un ottimo stretching sono quelli che includono tutta la muscolatura posteriore e si chiamano posture. Queste posture ti allungheranno dalle dita dei piedi, passando per tutta la parte posteriore e arrivando fino alla fronte.

Queste posture le puoi trovare nel nostro articolo sulla LOMBALGIA (a breve)

  1. ALIMENTAZIONE

Per avere il muscolo gluteo tonico senza quella copertura di cellulite e grasso è fondamentale anche avere una corretta alimentazione.

Ecco a te i 4 consigli “magici” per aumentare con velocità lo smaltimento dei grassi:

  • Evitare dopo le 5 del pomeriggio tutti i carboidrati raffinati che sono: pane, pasta, pizza, dolci caramelline… Lo smaltimento di questi carboidrati è molto complesso e ti toglie anche tanta energia.
  • Via libera invece a verdura e frutta (anche la frutta va contenuta nelle ore serali) che essendo ricche d’acqua migliorano la circolazione, la diuresi e lo smaltimento di grassi e scorie.
  • Avere un corretto apporto di proteine animali preferibilmente carni bianche, uova, pesce e sbizzarrirsi con le proteine vegetali.Le proteine sono i mattoncini che compongono i muscoli e quindi sono fondamentali per costruire il muscolo.
  • Bere tanta acqua (almeno 2 litri) in questo modo il corpo introduce i sali minerali di cui hai bisogno, anche per recuperare dopo l’allenamento.

Ora hai un grande aiuto per ottenere i tuoi glutei perfetti…Per aumentare la potenza di questi consigli richiedici subito una consulenza compilando la casella sottostante.

Scrivici ora per una consulenza ed un allenamento senza impegno nella newsletter che vedi in questa pagina o vai nella sezione CONTATTI.

A presto,

Personal Training Home

Condividi
Scritto da Stefano / 937 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

""